Shape Cluster - New Delhi, India

Project

type       International Competition - Spire 

client    AOD Group

area       62.750 m2

status   finished

site        New Delhi - India

year       2011

 

Team

Hylo's Studio (arch. Tiziano Cellitti, arch. Lorenzo Zenobi)

with arch. Alessio Pea PhD


Concept

L'idea nasce dalla nostra volontà di realizzare una costruzione fatta da cluster in cui è possibile distingure chiaramente le sue funzioni. Gli elementi più grandi sono scavati in modo da far entrare la luce e generare un perimetro irregolare. Tutte le parti sono collegate al piano terra da una promenade centrale di riferimento.

 

Il progetto 

Il complesso è costituito da un elemento centrale con un percorso distributivo, che è anche il contenitore principale, e due blocchi enormi capaci di contenere le attività commerciali e gli uffici, la parte residenziale e infine quella alberghiera. 

Il corpo centrale, dove avviene la parte istituzionale, termina alla fine del percorso; in cima alla struttura c'è un teatro all'aperto in direzione dello skyline della città di New Delhi.

 

Il contesto 

Sicuramente è già caratterizzato da una pianificazione precedente, il progetto tenta di dialogare direttamente con gli spazi verdi in armonia con il masterplan esistente. Gli edifici sono stati schermati a sud con una superficie simile a quella del piano orizzontale ma con caratteristiche differenti che generano un gusto estetico unico.

 

Il sole

I blocchi principali del complesso che dominano la distrubiozio dell'intero masterplan sono scavati e generano dei cluster sospesi capaci di ricevere naturalmente la luce solare. Le superfici vetrate garantiscono un soleggiamento ottimale e la disposizione delle volumetrie sia residenziali che ricettive permettono di ombreggiare il percorso principale al piano terra.

 

Il vento

L'area climitica in cui si situa il progetto presenta molte zone in cui soffiano forti monsoni provenienti dall'Oceano Indiano. La distribuzione degli edifici è studiata per permettere la fruzione anche all'aperto e di poter usufruire di ampi spazi di condivisione a cielo aperto. Inoltre, per prevenire il forte vento sulle aree pedonali al piano terra, la distribuzione delle masse arboree sono state posizione per diminuire l'effetto galleria del vento.