Studio di fattibilità di riqualificazione urbana di immobili, edifici e terreni - Vizzola Ticino (VA), Italia

Project

type       under evaluation

client    S.E.A. S.p.A. Esercizi Aeroportuali -                               Direzione Purchasing

area       200.000 m2

status   under evaluation

site        Vizzola Ticino - Italy

year       2017

 

Architect

MT Studio, SAB Group Esc, arch. Alessio Pea PhD

 

Contributors

Urban planning by Gianluca Andreassi, Marco De Gaetano

Urban project by Alexandra Fusinetti

Landscape project by Federica Perissi 


Il progetto prevede diversi tipi di intervento per il recupero degli edifici esistenti, in ottemperanza di quanto previsto dal PGT.

Per quanto riguarda la cosiddetta “area di trasformazione” interessata dalla presenza delle corti, il PGT prevede: il recupero e la ristrutturazione dei volumi esistenti per la Corte Giovanna; una concentrazione volumetrica, con demolizione e ricostruzione di edifici alti fino a 9 metri per la corte Vincenza (ex porcilaia); un restauro e recupero per il fabbricato con decori della corte Emilia.

Il Piano prevede anche di destinare un’area a parcheggi pubblici in adiacenza alla via Comunale.

La nostra proposta prevede di organizzare lo spazio attorno a una piazza-parco, che diviene un elemento di connessione tra i tre edifici a corte e tra le diverse funzioni urbane. Per favorire la fruizione e l’accesso alla piazza si è pensato di rimuovere i recinti e le recinzioni che oggi cingono l’area e le corti stesse, spostando l’area dei parcheggi dietro al Pozzo esistente, nell’area antistante alla corte Giovanna. La torre piezometrica e la ciminiera svettano nella piazza creando un elemento di riferimento (landmark) e identificazione.

Corte Giovanna: Si prevede il recupero dei volumi esistenti e la ricostruzione del tetto esistente, oltre alla realizzazione di una grande copertura vetrata sulla corte interna, che può rappresentare l’estensione dello spazio espositivo a cui questo volume è destinato.

Corte Vincenza: si prevede la demolizione dei manufatti esistenti, di poco valore, e la ricostruzione di nuovi edifici moderni, due corpi di fabbrica paralleli con un giardino in mezzo. Al piano terra potrebbero inserirsi funzioni come la caffetteria, il bookshop, la palestra, che possono contribuire ad animare la piazza; mentre nel blocco posto sul retro e ai piani superiori potrebbero trovare spazio laboratori, factory, uffici, aule per formazione e ricerca, anche connesse a una casa di moda.

Corte Emilia: recupero dell’edificio sul fronte strada, dall’ingresso al viale dei Pini e del pozzo.